Il mio cliente più esigente

on 12 May, 2014
Lele
Potete immaginare quanta ansia incamero nella preparazione di un evento. Tutto deve essere perfetto: i committenti questo si aspettano da me e io non li devo deludere. Ma tutto ciò costa molta fatica: non ci si può assolutamente rilassare.
Pensate poi se il mio cliente è particolarmente esigente, ha in testa questa festa da parecchi mesi, per nulla al mondo ci vuole rinunciare e ha nei miei confronti un'aspettativa altissima e una fiducia illimitata. Beh, il quadro è piuttosto delineato per capire che dovrò lavorare al meglio delle mie possibilità.
Decido di accettare l'incarico. Ho poco tempo, in effetti ero stata convocata con molto anticipo, ma speravo sempre che il mio cliente ci ripensasse. Invece no: bisogna procedere. Si tratta di festeggiare un compleanno, circa 50 invitati, di giorno, in villa da noi a Sestri Levante. È una stagione in cui si può stare fuori e quindi divertirsi con una serie di giochi all'aperto, ma le previsioni sono di brutto tempo, decido così di organizzare anche qualcosa per stare in casa. Un mago divertente e coinvolgente è quello che ci vuole e un DJ che riempia i momenti vuoti... Se poi il tempo sarà bello, la musica sarà comunque piacevole da ascoltare.

Si tratta di una festa per una giovanissima persona che ha amici della sua stessa età. Cosa gli potrà piacere? Tutto quello che non si può mai avere liberamente: coca cola, aranciata (con le cannucce), pop corn, patatine, panini (quelli lucidi sopra e morbidi dentro) con il prosciutto cotto e con il salame, pizzette. E poi un tavolo con le caramelle, quelle gommose di tutti i tipi, e anche i marshmallow, gli mms e la nuova linea mini della Kinder (tutti i dolci tipo Kinder cereali fatti nel formato cioccolatino) e, per non farci mancare proprio niente, una lunga baguette ripiena di nutella per arrivare alla torta con le candeline. La torta, infine, di cioccolato: su questo, sin dall'inizio, non ci sono stati dubbi.

Per l'allestimento ho scelto di utilizzare il tema cromatico dell'azzurro e del turchese, nelle loro varie gradazioni:dall'invito ai piattini, ai tovagliolini e ai bicchieri, alle candeline sulla torta e ai pirottini per i pop corn. Insomma ho giocato sulla tinta unita, i pois e le righe e l'effetto è stato piacevole. Per i fiori ho scelto il bianco, i ranuncoli che sono il mio fiore preferito, in contenitori di casa: vasi di latta decorata, vasi di coccio, piccoli vasetti ricoperti di muschio. La cosa simpatica è che nelle composizioni ho sistemato degli stecchi con dei palloncini a forma di lettere e di numero, raffiguranti nome ed età del festeggiato.
La giornata è iniziata alle 15.30 (avevo allestito in un altra parte della villa una zona riservata a genitori, zii, amici adulti, con un buffet di aperitivi). Dopo l'arrivo di tutti, spettacolo del mago con coinvolgimento degli ospiti e, come ultima magia, partecipazione attiva del festeggiato.

Poi merenda, torta, soffio sulle candeline, applausi, evviva, brindisi e fotografie. Apertura dei regali - qui “apertura” è una parola troppo lieve, direi assalto - con distruzione della carta e delle buste. (Inutile insegnare che si apre un regalo con questa sequenza: 1 leggere il biglietto, 2 aprire il pacchetto; 3 ringraziare "bene" chi ti ha fatto il regalo). Tutti gli amici intorno al festeggiato a guardare i suoi regali e condividere l'euforia del momento. Questo mi ha sempre commosso perché, pur essendo bambini e quindi desiderando tutto e divertendosi molto a scoprire i regali solo per il fatto che sono regali, c'è una sorta di codice per cui il destinatario apre e gli altri intorno al massimo aiutano a togliere lo spago. Insomma non c'è invidia, ma piacere disinteressato: bello e prezioso perché poi crescendo non è detto che questa purezza rimarrà.
Dopo avere ricevuto tante belle cose (per il tennis e il golf: il festeggiato è uno sportivo), tra cui t-shirt, sacche, costumi, libri, penne e una racchetta nuova, ci sono ancora due cose importanti per completare la giornata.

Una, le dediche: ho disegnato su un cartoncino un albero, poi ho preparato dei timbrini colorati e dei pennarelli, ognuno potrà mettere un'improntina del suo dito, una firma o una frase partendo da un ramo dell'albero. È un po' il simbolo dell'amicizia che si ramifica e che può crescere sempre di più.

Due, i regali del festeggiato ai suoi amici. Abbiamo scelto degli occhiali da sole, colorati, divertenti, vivaci, alcuni di vellutino, altri di forme strane. Il festeggiato si è scelto un modello stranissimo e molto vistoso, ma bello in effetti. Foto di gruppo con occhiali in un turbinio di bolle: quelle non possono mancare in nessuna festa.
E io, dopo tutto l'impegno che ci ho messo cosa posso ancora dire?
Auguri, piccolo Lele, per i tuoi 12 anni! Abbiamo festeggiato a Sestri Levante i tuoi compleanni da quando hai compiuto 1 anno fino ai 6 anni. I tuoi momenti più importanti: il battesimo e la comunione. Mi piace che tu leghi questa casa ai giorni significativi e felici della tua vita. I 12 anni sono una tappa importante e dovevano essere ricordati con una bella festa. E quindi auguri con tutto il nostro amore da mamma e papà.

Allora: ti piace la tua mamma come party & event planner?
Continuerai a essere un mio cliente? E a chiedermi di organizzare le tue feste? Perché tu Raffaele sei il mio cliente più esigente, ma anche quello che io amo di più.

12 anni di Raffaele, 21 aprile 2014
a casa, a Sestri Levante

Leave your comments

0
terms and condition.

Comments

  • No comments found

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra politica relativa ai cookie.