A cosa servono le fiere per gli sposi?

on 26 January, 2018
Blackandgold

Ultimo appuntamento della stagione con Sposi Expo! Per noi un'edizione particolarmente significativa, perché abbiamo presentato la nuova location Villa Sant’Elmo, a Genova, sulla collina di Sant’Ilario, e anche perché abbiamo deciso di scegliere il palco di Sposi Expo per presentare "5 Metri di Velo", la guida-diario per l'organizzazione del matrimonio che ho scritto e che regaliamo agli sposi de L’Esedra di Santo Stefano e-o di Raffaella Rimassa Wedding Planner. 

Con l'edizione di gennaio siamo arrivati a ben dieci, e anche oltre, presenze a Sposi Expo, e guardandoci indietro (e attorno) viene spontaneo fare un piccolo bilancio.
Prima di tutto, siamo soddisfattissime per la risposta di pubblico. E non è scontato, perché negli ultimi anni il visitatore è molto più informato e preparato su cosa vuole vedere e sugli stand da visitare. L’espositore, da parte sua, così è motivato a curare sempre di più l'allestimento del proprio stand: del resto la fiera è vista anche come vetrina per apparire e comunicare, attraverso una scenografia, il proprio modo di lavorare. Ci sono poi addetti ai lavori che non espongono, ma vengono in fiera per aggiornarsi sulle novità e sui nuovi operatori emergenti. Lo scenario è vario e sempre interessante.

Quello che ho notato negli ultimi anni è che non c’è un pubblico fieristico, uno social, uno del passaparola, ma un andamento orizzontale che porta il fruitore a utilizzare indifferentemente tutti gli strumenti che il mercato mette a disposizione, per cui abbiamo coppie che ci hanno trovato tramite un portale dedicato, scoprono la fiera su facebook, approfondiscono sul nostro sito e alla fine vengono a incontrarci - il mio momento preferito... Nota a margine, si discute spesso dietro le quinte: quante presenze, quanti contatti presi, a chi è andata bene, chi non è soddisfatto. In definitiva: a cosa serve andare in fiera?
Io penso che non sia corretto trarre conclusioni sulla base dei soli contatti acquisiti: i visitatori che non diventeranno clienti hanno comunque sentito parlare di te, ne parleranno ad altri, è un investimento per il futuro. Credo anche che la presenza in fiera, insieme alla pubblicità e alla comunicazione via social network e a un po' di pubbliche relazioni fatte bene, aiuti a crescere e a far crescere la propria reputazione. Per quello che è la nostra esperienza, insomma, ci vuole pazienza. Un po' coraggio, e anche un po' di inventiva.

Per concludere, un doveroso ringraziamento all’organizzatore Lorenzo Bertero di Sposi Expo e a tutto il suo team, che supporta (e a volte sopporta!) noi espositori in tutto e per tutto: grazie Lorenzo, per averci messo in contatto - una comunicazione reale e non virtuale - con tante possibili opportunità di lavoro.

Leave your comments

0
terms and condition.

Comments

  • No comments found

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra politica relativa ai cookie.